l'amore ai tempi del corona virus

L’AMORE AI TEMPI DEL CORONA

BENVENUTI nella TRASFORMAZIONE

Oggi rendo pubblica l’email che ho inviato ieri agli iscritti:

Carissimi,

essendo diverse le persone che mi contattano per chiedermi cosa “ne penso” o come agire in questo periodo, mi sento in dovere di condividere solo poche ma preziose verità. Per farlo, mi “setto” nel mio solito modus “scrittura” come faccio da quand’ero bambina e mi lascio guidare.

Premetto per i più sensibili che tutti i punti che elencherò non sono in contraddizione in alcun modo con le normative igieniche, legali e pratiche vigenti da seguire e non sono da intendere in contraddizione con queste

– di fatto, tutto il segreto della forza di questo momento sta nel non creare contraddizione né separazione, né dentro né fuori di noi, in nessuna forma. Gli altri sono noi e noi siamo gli altri.

In questa fase, dunque, non importa assolutamente che tu creda alle istituzioni, nel Governo, negli alieni o che tu creda in qualche teoria complottista umana. Tutto ciò è ormai ININFLUENTE e in entrambi i casi valgono i punti che mi preme condividere – valgono per qualunque sia il tuo sistema di credenze attuale.

cosa vogliono le donne

  • La realtà del nostro piano è fatta a onde e a…ondate. Noi abbiamo sempre, SEMPRE (perfino Nelson Mandela chiuso in una celletta per 27 anni) la scelta se farci travolgere dall’onda o se surfarci su. Nelson Mandela, grazie alla sua disciplina interiore, è riuscito a restare sano e libero dentro anche in quella situazione.
  • Surfarci su significa SFRUTTARE la forza propulsiva dell’onda a proprio vantaggio. Da sempre chi studia le forze naturali lo fa – solo per fare un esempio, chi pratica l’alchimia, che altro non è che un tipo di percorso interiore, – sfrutta le forze espansiva o contrattiva della luna e delle stagioni per realizzare obiettivi (primo caso – esteriorità) o per entrare in profondità (secondo caso – interiorità).

Sfruttare la forza propulsiva dell’onda significa anche vedere cosa essa rivela e allinearsi a quello. In questo momento (ed era previsto, oltre che anche richiesto da tanti) tante cose si riveleranno per quello che sono.

Nel momento attuale, sfruttare la forza propulsiva dell’onda significa, per esempio:

cogliere la possibilità di un lavoro interiore (e per chi non lo sceglie, sta già avvenendo praticamente in maniera forzata); creare-creare-essere-creativi; apprezzare rapporti umani che finora abbiamo dato per scontato; telefonarsi; nutrire la comprensione e non la separazione; leggere libri; MEDITARE; mettere alla prova tutte le credenze che abbiamo accumulato in una vita e vedere se stanno ancora in piedi; RIPULIRCI delle illusioni riposte all’esterno; uscire dalla compulsione dei social; scoprire quanto possiamo nutrirci dall’interno; NUTRIRE il nostro fuoco interiore e non gli spauracchi; individuare la paura e trasformarla in ulteriore energia propulsiva; imparare ad osservare senza intervenire – osservare bene; imparare L’AFFIDARSI, eccetera, eccetera – tanti punti potrete aggiungerli voi.

Consiglio a tutti i libri di Vadim Zeland sul Reality Transurfing.

  • Se desideriamo il bene dei nostri cari, oltre che naturalmente di noi stessi, non c’è sistema più forte di quello che usa la forza dell’amore e dell’innamoramento per tenere alte le nostre vibrazioni – ossia il nostro stato vitale, la qualità delle nostre esperienze, la nostra felicità (che significa anche il sistema immunitario).

In questo momento più che mai siamo tenuti a CANALIZZARE l’amore che proviamo per una persona (nel nostro presente o nel nostro passato) verso i nostri intenti. Che significa, in meditazione, nella camminata consapevole o in qualunque cosa noi facciamo in un giorno, portare in quella cosa quell’amore. Nell’acqua della doccia. In ciò che cucini. In una conversazione. In una canzone che canti in macchina.

  • Stessa cosa dicasi per l’energia sessuale, che è sacra e che è la forza più potente esistente in natura, a livello universale. Prova a portare la vitalità sessuale che senti tra il primo e il secondo chakra in qualcosa che fai. Prova a cantare portando alla gola quella spinta, prova a disegnare portando nelle tue mani quell’energia. Provaci e sentirai la differenza (quando l’ho fatto io mi sono quasi spaventata: siamo portatori di forze che neanche conosciamo, perché si allacciano a una sorgente infinita, altroché individuo…).

Adesso, incanalala verso il benessere tuo e degli altri. Verso una pacificazione con la Terra, dopo tutto quello che le abbiamo fatto passare. E verso l’amore per te stesso/a e la possibilità di migliorare il tuo modo di trattarti e la tua auto-percezione.

Se ti interessano queste pratiche, potrai trovarle nelle teorie del Tantra e della Sessualità sacra.

Per queste pratiche, non è necessario essere in coppia. Qualunque persona ha il potere di risvegliare e canalizzare la propria energia sessuale.

  • La paura, se non trasformata subito con l’abilità di un judoka, fa solo danno, a te e alle persone che ami. Per questo, ti sollecito con tutta la mia forza “di sorgente” sacra e sacrale a non diffondere sui social post che inneggino alla paura. Nè alla rabbia.

L’informazione è una cosa – e a quella pensano già più che abbondantemente i giornalisti. Il creare panico o malessere è un’altra. Renditi conto adesso e in maniera radicale che se diffondi paura, nutri il problema che stai combattendo.

Se vuoi davvero risolverlo, tanto vale che posti belle foto, o belle notizie o opere d’arte. I social sono casse di risonanza: quello che scrivi lì si amplifica, bello o brutto che sia. E’ il sasso in uno stagno che genera cerchi sempre più ampi attorno a sé. Tu vuoi lanciare al tuo prossimo paura e tristezza o nutrimento e aiuto?

Sii dunque del tutto responsabile di quello che semini.

Perché, se ci tieni a te e agli altri, quella è una forma di contagio estremamente potente ed è messa in mano a chiunque, persone consapevoli e persone irresponsabili e inconsapevoli del proprio potere. 

Corona e simboli
Foto di Denis Doukhan

N. B.

La prima illuminazione sta nel concepire e sentire fin nelle fibre di essere parte di un tutto. Questo potrebbe farti sentire come uno dei pochi risvegliati in un mondo di fantocci che si agitano a vuoto.
La seconda illuminazione sta nel concepire e comprendere che il Tutto e tutti gli altri sono parte di te. Ciò significa che se solo una persona è ancora inconsapevole, ti sta ancora antipatica o la vivi come un antagonista, il tuo completamento non è ancora terminato e il tuo risveglio non è completo.

Credo di averti detto tutto.

Grazie per tutto l’amore che porti dentro, lo sento da qui: è il momento di tirarlo fuori e declinarlo in tutte le forme tu possa immaginare.

Buon viaggio.

Sonia Serravalli___  


 

Comunicazione di questi giorni:


⇒ ⇒ ⇒ I MIEI LIBRI

Sonia SerravalliARMONIZZAZIONE DELL’ANIMA – Consulte telefoniche individuali

Se ti piace quello che leggi qui o nei miei libri, VEDI COME SOSTENERE IL MIO LAVORO SU PATREON

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *