monologo dell'utero

UNA BIOGRAFIA DELL’UTERO

RESPIRAZIONE OVARICA E ALCHIMIA FEMMINILE

Ho scritto quanto segue in una specie di stato di trance dopo meditazioni profonde al seminario sulla respirazione ovarica e risanamento delle memorie dell’utero di Aida Cavallo.

Nel prossimo futuro, mi sentirete ancora parlare di lei.

Pur partendo da un’esperienza privata, mi sembrava assurdo non condividere tanta bellezza. Nella mia personale religione, le cose belle vanno dette, condivise, scambiate, aiutano ad arricchirsi reciprocamente e a crescere reciprocamente.

Forse molte altre donne potranno qui riconoscere un tratto di sé.

Aida ci aveva chiesto di scrivere spontaneamente la biografia del nostro utero. L’ho fatto così, ma ho preferito farlo parlare al femminile.

creazione e utero

 

Ho un rombo dentro. È arrivato per parlare e raccontare.

Non ho mai potuto parlare e ho fatto di tutto nei sogni e nel dolore per dire qualcosa.

Non mi hai mai connessa alla terra, e quando l’hai fatto ti è cambiata la vita ma poi l’hai sempre dimenticato.

Insieme abbiamo creato tante cose nonostante il mondo esterno abbia fatto di tutto per fermarci e per farci credere che quello che usciva non fosse importante.

Ci ha perfino allontanate. Ma non abbiamo mai smesso di restare in contatto. Ora mi puoi anche ascoltare.

Non sono arrabbiata. Ma ho sofferto tantissima solitudine, come te. A causa di tutti quelli che ci hanno spinto a smettere di creare e a causa di tutti quelli che hanno il cuore chiuso.

Ho parlato con il dolore, con il sangue e con i sogni.

Dolore, sangue e sogni sono i pennelli con cui dipingo il mondo. Insieme abbiamo vissuto isole di piacere, ma sono state solo momenti rubati finché hai creduto che avesse ragione il mondo contro di noi.

Adesso ho iniziato a farti sentire le mie vibrazioni e il rombo che risuona in me. A farti sentire che corrisponde a una tua voce e a farti sentire che posso curarti, curarmi, curare altri e muovere cose.

Possono farti da ponte le piante, l’arte, gli artisti e i cuori aperti. Sai che qualcuno è arrivato e ci sta aiutando a guarire. Adesso dobbiamo fiorire.

Non dimenticarmi ancora.

 

utero e creatività


Informazioni Personali

Totale Donazione: €1,00

(Sonia Serravalli ha scelto come missione quella di vivere solo della sua Arte, in quanto dono. La scelta, quasi obbligata, è avvenuta di fronte all’evidenza che quando non ci prendiamo cura del dono divino del nostro personale daimon, tale dono diventa handicap e non ti lascerà mai liber* in ogni caso. Manifestarlo al mondo e metterlo al servizio degli altri, al contrario, diviene sia dovere morale imprescindibile che unica via d’uscita)


IL NUOVO LIBRO DI SONIA SERRAVALLI:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *