coppia

LA FESTA DEGLI INNAMORATI

ISPIRAZIONE E…. STORIA

Lasciati ispirare dal tuo cuore per questa festa!

Fregatene se qualcuno la vive secondo un’ottica commerciale e vuota, se qualcuno cavalca l’onda del gregge, tu cavalca l’onda dell’energia collettiva e… ama!

Ama, lasciati ispirare dal tuo cuore in qualunque modo esso ti guiderà.

Che tu sia single o in relazione, che tu abbia pochi amici, tanti o nessuno, che tu abbia o non abbia una famiglia d’origine o di riferimento: cavalca l’energia che irradia la gente in un dato momento, gonfia il tuo cuore e… esplodi!

coppia

Qualche idea originale, originata dall’amore in senso lato?

Aiuta qualcuno.

Dedica ad ascoltare con attenzione una persona.

Fai un regalo inaspettato a qualcuno che ti sta a cuore, donna o uomo che sia.

Pianta un albero.

Invita gli amici a mangiare con te.

Prepara un dolce o un piatto preferito per qualcuno che ami.

Fai il pane, con amore.

Invia una canzone significativa.

Chiedi scusa a qualcuno.

Restituisci oggetti che devi restituire da tempo.

Regalati una pianta o dei fiori (possibilmente non recisi).

Leggi qualcosa insieme al tuo amore.

Scrivi lettere d’amore per tutte le persone che ami.

San Valentino single

… continua tu, puoi inviare altre idee qui sotto, nello spazio dei commenti del bosco/blog!

E ORA, UN PO’ DI STORIA

“Il mondo si divide tra chi onora con devozione il giorno di San Valentino con doni romantici, sorprese e dolci pensieri, e chi lo evita come la peste.

Da molti considerata una ricorrenza consumistica, la festa degli innamorati ha in realtà origini antichissime, che risalgono addirittura all’Impero Romano.

(Leggi anche: “L’educazione sentimentale”)

Nei giorni intorno alla metà di febbraio, a Roma c’era infatti l’usanza di celebrare i Lupercalia, delle festività di radice arcaica legate al ciclo di morte e rinascita della natura.

Per accogliere l’arrivo della primavera, si svolgevano alcuni riti purificatori che comprendevano il sacrificio di animali consacrati a Lupercus, il dio della fertilità, e una serie di pratiche dissolute in cui le donne si sottoponessero, in mezzo alle strade, ai colpi vibrati da gruppi di giovani uomini nudi, armati di fascine di rami strette da spaghi. Questi colpi dovevano propiziarne la fertilità.

Un’immagine certo agli antipodi del romanticismo solitamente associato al 14 febbraio, di cui resta traccia ancora oggi nella tradizione popolare del Carnevale, caratterizzato da una sfrenatezza dei costumi prima del rigore quaresimale.”

(Tratto da Elle)

coppia

Leggo.it ci racconta:

“Risale al IV secolo a.C. l‘iniziativa della Chiesa Cattolica di cristianizzare, e porre fine, il rito pagano della fertilità, associando la festività al mese di febbraio, perché è proprio questo il periodo dell’anno in cui ci si prepara alla rinascita.

I romani pagani omaggiavano il dio della fertilità Lupercus, con un singolare rito: uomini e donne si univano secondo casualità e per un anno dovevano procreare, senza un reale sentimento.

I nomi delle donne e degli uomini, che decidevano di partecipare a questo rito, venivano inseriti in un’urna e un bambino aveva il compito di estrarre i nomi, formando così coppie casuali che avrebbero vissuto per un intero anno in intimità per onorare il rito della fertilità.

Gli antichi Padri della Chiesa, ritenendo immorale questo rito, cercarono di istituire un “santo degli innamorati” che sostituisse il dio pagano Lupercus.”

 Se vuoi scoprire come prosegue la storia, il resto si trova qui 😊


GRAZIE

a chiunque abbia contribuito finora scegliendo i miei libri o con una libera donazione per permettermi di continuare a divulgare (Donazioni e liberi contributi sono possibili anche qui: https://it.tipeee.com/soniaserravalli )

oppure scegliendo uno dei miei libri qui sotto:

GLI ALTRI MIEI LIBRI QUI
(Femminile e Maschile; Fiamme gemelle, crescita personale, spiritualità, romanzi, downshifting, poesie…)

Per aiutarti: ARMONIZZAZIONE DELL’ANIMA

Il mio canale YouTube (Sonia Serravalli)

—–> SITO: www.soniaserravalli.com

Seguitemi anche su SFERO, il social privo di censure e profilazioni, ho già aperto anche “Il Maschile sacro”, “Il Bosco Femmina” e “Fiamme gemelle”

Se ciò che divulgo ti arricchisce puoi fare una DONAZIONE con PayPal a:
sonia.rangers@gmail.com
Intestataria: Sonia Serravalli o Il Bosco Femmina – Causale: Donazione
Visite: 289

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *