argento colloidale utilizzi

ELISIR DA MADRE TERRA: ARGENTO COLLOIDALE

LA CURA DELL’ARGENTO

L’argento ha sempre fatto parte di me.

Per la sua natura lunare, femminile, per la sua luce calmante e così ipnotica, magnetica.

Per aver lavorato in un’argenteria in Messico, laddove mi insegnarono a riconoscere pietre e metalli e loro poteri.

Senza capire fino in fondo perché, l’argento mi ha sempre attratta e l’ho sempre riconosciuto al volo tra altri metalli, su qualunque bancarella, in qualunque vetrina, dentro qualunque scrigno.

Il suo, per me, è un vero richiamo.

Vediamo oggi come questo prezioso prodotto della Natura possa intervenire anche a livello chimico (o meglio, fisico-chimico, visto che agisce in maniera catalitica) nella nostra guarigione, quando non nel salvarci la vita o nell’allungarcela. Con l’argento colloidale.

La Natura vede e provvede… sempre.

E le sue “medicine” sono anche “casualmente” sempre belle, attraenti, luminose, vive.

elisir argento colloidale

Ho conosciuto Francesco di Giuseppe grazie a una conferenza trasmessa sul canale YouTube della Libreria Esoterica Cavour.

Tra le tante conoscenze interessanti che Francesco diffonde, ha parlato a lungo dell’argento colloidale. Al punto che me ne sono finalmente interessata, fino poi a sperimentarlo.

Dopo aver letto il suo saggio sul tema, avevo già intenzione di scrivere un articolo sull’argento colloidale.

Ma oggi lo faccio con molto più grande coinvolgimento, visti i risultati ottenuti dopo appena le prime 24 ore di somministrazione e poi nei giorni seguenti.

Le cose vanno sempre provate direttamente!

——-

Dell’argento colloidale si potrebbe parlare per ore, tant’è che, per esempio, il libricino di Francesco è interamente riempito, oltre che da un po’ di storia, dalle malattie che l’argento colloidale può curare, prevenire, e da tutti gli aspetti psicofisici su cui questo metallo nobile (quindi non appartenente ai “metalli pesanti”) a livello colloidale può intervenire.

Tra i preziosi effetti dell’argento colloidale, vi è quello di aumentare l’ossigenazione dei capillari, energizzando il flusso sanguigno che, a causa dell’avanzare dell’età o di uno stile di vita tossico, tende a non arrivare più in maniera sufficiente fin nei capillari minori.

Questo può causare tante malattie, problemi, e dolori e dolori muscolari, per esempio quelli del risveglio.

Ecco, nel mio caso, dopo appena 24 ore di somministrazione dell’argento colloidale prodotto da Francesco, questi dolori sono scomparsi. E, dopo 48 ore, sono spariti anche rimasugli di problemi più antichi, accumulati in una vita di sport, camminate e “cicatrici” varie.

Ripeto: provare per credere, non fermarsi alla teoria e alle speculazioni!

Naturalmente, una maggiore ossigenazione del sangue significa anche più veloce utilizzo dei neuroni, sinapsi più “sveglie” e, quindi, riflessi più pronti e maggiore lucidità.

Tutto ciò è di grande interesse per chiunque svolga un lavoro di crescita personale (psicologico e/o spirituale).

Ma andiamo ora a vedere un po’ di storia, attraverso alcuni passi del libro stesso di Francesco Di Giuseppe, ossia “Life water – Argento colloidale”

argento colloidale

L’ARGENTO COLLOIDALE NELLA STORIA

“L’argento è un potente antibiotico naturale usato da migliaia di anni. L’argento colloidale ionico agisce su oltre 650 tipi diversi di virus, batteri, funghi, mentre i comuni antibiotici di sintesi su una mezza dozzina circa!

Le proprietà mediche dell’argento erano già conosciute da millenni sul pianeta. Si notò che nelle famiglie in cui si mangiava utilizzando utensili in argento, ci si ammalava difficilmente e le infezioni erano rare. […]

Questa conoscenza si è tramandata tra re, imperatori, zar, sultani, tra i loro familiari e tra i membri di corte.

Si mangiava su piatti d’argento, si beveva in coppa d’argento, si utilizzavano posate in argento, il cibo veniva conservato in contenitori d’argento e, nel tempo, delle piccole quantità d’argento si mescolavano ai cibi.

Dopo una o due generazioni, i benefici dell’argento rendevano praticamente immuni a qualsiasi malattia infettiva…

Si parla dell’uso dell’argento al tempo atlantideo, presso gli egizi, i romani, caldei, i greci, i sumeri, gli etruschi, i maya, gli inkas, gli indiani e altre popolazioni.

La conoscenza esoterica dell’uso dei metalli, poi, non è di uso comune. L’argento secondo tali conoscenze ha il potere di spegnere il fuoco (è infatti associato all’energia della Luna).

A livello chimico, infatti, si rivela straordinario nel trattamento delle infezioni, infiammazioni e delle ustioni..

Esistono anche documentazioni dell’uso dell’argento nella medicina tibetana, spagirica, nella medicina antroposofica di Rudolf Steiner, eccetera. […]

Personaggi di antico lignaggio reale venivano chiamati di “sangue blu” per la caratteristica tinta bluastra del loro sangue, dovuta alle tracce minime di argento puro. La comune gente dal sangue rosso, invece, mangiava in piatti di terracotta, utilizzando utensili di ferro e si ammalava spesso, mentre i reali non erano soggetti a malattie infettive, addirittura fin dal concepimento […]

I saggi storici sull’argento colloidale sono molti e uno dei più completi è stato pubblicato il 12 dicembre 1914 sulla rivista scientifica “The Lancet”. […]

argento colloidale

L’argento colloidale veniva utilizzato comunemente in America dalla fine del 1800 sino al 1938 e veniva prescritto per una grande varietà di malattie e infezioni. […]

L’argento colloidale ionico, oltre ad essere di gran lunga più efficace degli antibiotici di sintesi, non ha effetti collaterali, anzi aumenta le difese del sistema immunitario in modo naturale.”

CHE COS’E’ L’ARGENTO COLLOIDALE IONICO LIFE WATER

“La maggior parte dei testi di chimica dedicano un capitolo allo stato colloidale, come se si trattasse di un caso speciale.

In realtà, lo stato colloidale è l’unico stato per tutte le forme viventi […]

Nell’acqua allo stato fluido, le sostanze chimiche vitali sono presenti in un emiflusso, ovvero coppie elettriche di opposti in costante movimento in cui queste metà molecolari si avvicendano in complesse reazioni chimiche che costituiscono il processo della crescita e della riparazione.

In questo flusso di fluidi corporei sono presenti anche i germi che possono diventare patogeni, le cui coppie molecolari interagiscono con quelle corporee nella lotta per la sopravvivenza

Questi germi iniziano proliferare quando noi alteriamo il nostro terreno biologico, scaricando tossine nei tessuti circostanti nel flusso sanguigno. Quando in questo flusso di fluidi è presente uno ione carico elettricamente o una microparticella di argento colloidale ionico, fra le cellule del tessuto del corpo vengono selezionate soltanto quelle patogene che, per la semplice presenza dell’argento, in modo catalitico, soffocano senza alcun effetto sul processo, che continuerà a ripetersi.

Lo Stato cristallino è lo stato degli oggetti inanimati.

La maggior parte dei farmaci si trova nello stato cristallino e, prima di poterne fruire, il corpo dovrà convertirli allo stato colloidale, ad un certo prezzo per tempo, energie ed efficacia.

Inoltre, nel processo, alcuni elementi molecolari inutilizzati resteranno ad appesantire il corpo che dovrà poi eliminarli.

Nel caso dell’argento ionico, non ci sono scarti.

All’inizio di questo secolo, gli scienziati hanno fatto una scoperta in campo medico: i liquidi più importanti del nostro corpo sono colloidi (sangue, linfa).”

argento colloidale
Foto di Myriams-Fotos

ALTRE CHICCHE DAL LIBRO DI FRANCESCO DI GIUSEPPE

“Se si comincia ad assumere l’argento colloidale in occasione di un raffreddore o di un’influenza o a causa di qualsiasi altro virus, batterio o fungo, si può duplicare la dose giornaliera consigliata.

Al terzo quarto giorno dall’assunzione dell’argento colloidale, si potranno avvertire dolori o spossatezza. Si tratta di quella che viene definita “crisi di guarigione” […]

Quando il corpo scarica una grossa quantità di tossine tutte assieme, gli organi depurativi emuntori (polmoni fegato pelle intestino reni) tendono a sovraccaricarsi e in tal caso bere molta acqua ridurrà i sintomi rapidamente (attenti all’alimentazione in questa fase).

 

Il corpo assume solo l’argento colloidale di cui ha bisogno, quindi non c’è rischio di accumulo (N. D. R. ciò mi è stato confermato anche da altre fonti scientifiche chiusa parentesi).

In nessun caso sussiste il pericolo di un sovradosaggio.

 

I benefici dell’argento colloidale iniziano subito per arrivare al massimo beneficio a una settimana dall’inizio dell’assunzione.

Dal settimo giorno, l’argento colloidale si accumulerà nei tessuti in una concentrazione minima che va da 5 a 7 parti per milione.

Questa è la concentrazione efficace minima.

 

Si consiglia, comunque, di assestarsi su concentrazioni maggiori per fronteggiare il rischio di esposizioni a malattie epidemiche improvvise o alla conseguenza di ustioni gravi.

Da una a tre settimane dall’assunzione l’effetto svanisce e l’argento colloidale viene eliminato attraverso reni, sistema linfatico e intestino.

L’argento colloidale è l’unico antibiotico conosciuto che elimina praticamente tutti i tipi di virus, funghi tra cui la candida e batteri.

L’argento colloidale e altresì l’unico antibiotico totalmente innocuo per il corpo (N.d.R. se paragonato a quelli di sintesi).

Mentre gli altri antibiotici danneggiano fegato e reni, l’argento colloidale attiva il processo di guarigione.

È atossico per mammiferi, rettili, piante e tutte le forme di vita che non siano monocellulari […].

(N.d.R. può essere usato con grandi risultati anche sui vostri animali e sulle vostre piante).

 

L’argento colloidale agisce cataliticamente e pertanto non reagisce chimicamente con i tessuti del corpo […].

Ci sono casi di germi che hanno sviluppato resistenza a tutti gli altri antibiotici, mentre in 6 minuti l’argento colloidale debella qualsiasi germe monocellulare […].

Neanche gli agenti infettivi altamente resistenti delle armi biologiche possono sopravvivere al contatto con l’argento. Esso può essere impiegato per combattere anche i virus ebola e antrace.

Non danneggia gli enzimi delle cellule cutanee e i batteri simbionti.

Il corpo assimila solo l’argento di cui necessita.

Non si sono riscontrate reazioni allergiche in migliaia di anni e non ne risultano nella storia dell’uso medico dell’argento ionico (qui non parliamo dell’argento metallico o del nitrato di argento) […].”

ARGENTO COLLOIDALE ANCHE COME PREVENZIONE OLTRE CHE COME CURA

“Usato preventivamente, l’argento colloidale è imbattibile.

Una sufficiente quantità di argento colloidale assunta giornalmente evita infezioni, malattie rare, epidemie, rinforza il vostro sistema immunitario e diminuisce la tossicità conseguente a ustioni gravi.

Assumere giornalmente l’argento colloidale è come avere un secondo sistema immunitario […].

Questo è uno dei principali vantaggi nella difesa dalle epidemie di influenza o qualsiasi altra malattia epidemica, incluse quelle dalle conseguenze mortali.”

ARGENTO COLLOIDALE CHE CURA

E vediamo ora, come ultima cosa, sempre dal libro di Francesco, una lista degli altri usi correnti dell’argento colloidale – in questo caso come vera e propria cura di problemi che si siano già manifestati sul piano fisico.

“Una sorprendente e comunque parziale lista di oltre 650 malattie contro cui è stato usato l’argento colloidale include:

acne, AIDS, allergie, arterite, epidermofizia interdigitale, infezioni della vescica, parassiti del sangue, avvelenamento del sangue, bolle, peste bubbonica e bruciature, cancro, candida, caniprovirus, geloni, colera, colite, congiuntivite e cistite, forfora, dermatite, diabete, dissenteria, eczema, emorroidi, encefalite, fibrosite, gastrite e gonorrea, febbre da fieno, herpes, impetigine e indigestione, cheratite, lebbra, leucemia, lupus, linfatite e malattia di Lyme , malaria e meningite , neurastemia, infezioni da parassiti, pleurite, polmonite, infezione della prostata, prurito anale, psoriasi e oftalmia purulenta,  reumatismi, rinite, tricofitosi, scarlattina, sepsi, seborrea, setticemia, fuoco di Sant’Antonio, infezioni da stafilococco, infezioni da streptococco, gastroenterite, sifilide, mughetto, infezioni della tiroide, tonsilliti, tossiemia, tracoma, piede da trincea e tubercolosi, ulcera dello stomaco, virus di tutti i tipi, verruche, tosse convulsa e infezioni da lieviti, eccetera eccetera.”

——-

Non mi resta che invitarvi a leggere il testo di Francesco Di Giuseppe (puoi richederglielo via Messenger, dicendogli che l’hai conosciuto tramite Il Bosco Femmina) e a provare il suo prodotto che, a differenza di diversi prodotti in circolazione, contiene un dosaggio sufficiente perché il corpo possa utilizzarlo e mostrarvi risultati chiari e condivisibili con i vostri cari.

Ringraziamo Madre Terra.


Grazie a chiunque abbia contribuito finora scegliendo i miei libri o con una libera donazione per permettermi di continuare a divulgare (Donazioni e liberi contributi sono possibili qui: https://it.tipeee.com/soniaserravalli ) o tramite IBAN da richiedere o Paypal – su: sonia.rangers@gmail.com – o scegliendo uno dei miei libri qui sotto:

GLI ALTRI MIEI LIBRI QUI
(Femminile e Maschile; Fiamme gemelle, crescita personale, spiritualità, romanzi, downshifting, poesie…)

Per aiutarti: ARMONIZZAZIONE DELL’ANIMA

Il mio canale YouTube (Sonia Serravalli)

—–> SITO: www.soniaserravalli.com

(Questo blog è frutto di pura passione, canalizzazione e ispirazione dell’autrice, creazione di un’unica persona, con tutto il lavoro umano – pratico, vissuto, – il lavoro intellettuale di ricerca che esso richiede e le relative ore quotidiane dedicate alla scrittura.

Se hai trovato qualche articolo utile, se ne hai tratto qualcosa che puoi portarti via, una qualunque donazione in cambio può permettere all’autrice di continuare ad aumentare le proprie conoscenze e a diffondere benessere anche ad altri, attraverso la sua scrittura e le presentazioni. Qui potrai contribuire all’opera di Sonia. Grazie di cuore).

Visite: 794

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *