TAOISMO E RITENZIONE DEL SEME

SALUTE SESSUALE E LONGEVITA’

La pratica della ritenzione del seme è un concetto fondamentale nella filosofia taoista riguardante sessualità e salute.

Secondo questa pratica, un uomo può trattenere il proprio seme durante l’orgasmo per aumentare la propria energia sessuale e migliorare la propria salute generale.

In questo articolo, esploreremo i principi fondamentali della ritenzione del seme e la sua relazione con la sessualità secondo il taoismo.

sessualità sacra

SEME, SALUTE E LONGEVITA’

Nella filosofia taoista, l’energia sessuale è considerata una fonte di forza vitale, chiamata “chi” o “qi”.

Quando un uomo raggiunge l’orgasmo, la sua energia sessuale viene dispersa e perduta, portando a una diminuzione della sua forza vitale. La pratica della ritenzione del seme mira a trattenere questa energia sessuale, consentendo all’uomo di utilizzarla per migliorare la propria salute e la propria vita sessuale.

(Leggi anche: “Lezioni di sesso perdute”)

Secondo il taoismo e l’antica medicina cinese, l’energia sessuale è strettamente legata alla salute generale di un individuo, oltre che alla sua longevità.

Quando l’energia sessuale viene dispersa attraverso l’eiaculazione, l’uomo può sperimentare affaticamento, debolezza muscolare e una diminuzione della libido.

La ritenzione del seme, d’altra parte, può contribuire a migliorare la salute generale dell’individuo, aumentando la sua energia, la forza muscolare, la carica sessuale.

La ritenzione del seme può anche avere effetti positivi sulla salute a lungo termine e sulla longevità. La medicina tradizionale cinese ritiene infatti che il Chi sia una fonte di energia preziosa ma limitata. Quindi, essa deve essere preservata e amplificata per mantenere la salute e per vivere più a lungo.

Secondo la medicina tradizionale cinese, inoltre, la pratica della ritenzione del seme può contribuire a rafforzare il sistema immunitario, migliorare la circolazione sanguigna e ridurre lo stress.

maschile sacro

Infine, la ritenzione del seme può anche avere benefici per la salute mentale. Quando l’energia sessuale viene trattenuta e non dispersa, può portare a una maggiore concentrazione, calma mentale e stabilità emotiva. Questi benefici possono aiutare a migliorare la qualità della vita.

SEME (JING) E ALCHIMIA SESSUALE

Il concetto di ritenzione del seme ha origini antiche nel taoismo, e viene spesso associato alla pratica dell’alchimia sessuale.

La pratica della ritenzione del seme, tuttavia, non è semplice come sembra.

Trattenere il proprio seme durante l’orgasmo richiede un alto livello di autocontrollo e consapevolezza del proprio corpo. Per riuscire nella ritenzione del seme, un uomo deve imparare a riconoscere i segnali del suo corpo e a controllare la propria eccitazione sessuale.

(Leggi anche: “Energia sessuale e alchimia”)

La pratica della ritenzione del seme può anche essere utilizzata come una forma di controllo dell’eiaculazione precoce. Molti uomini soffrono di questo problema, che può influire negativamente sulla loro vita sessuale e sulla loro autostima. La ritenzione del seme può aiutare gli uomini a controllare la loro eccitazione sessuale e a ritardare l’eiaculazione, migliorando così la loro vita sessuale complessiva.

Nel taoismo, la sessualità è considerata una parte importante della vita umana, ma deve essere praticata con consapevolezza e rispetto.

Secondo la filosofia taoista, il sesso dovrebbe essere praticato con un partner a cui si è legati emotivamente e spiritualmente, e dovrebbe essere un’esperienza che porta a crescita ed evoluzione personale.

ritenzione del seme

La sessualità secondo il taoismo non dovrebbe essere utilizzata per la soddisfazione egoistica, ma come un’opportunità per condividere l’energia sessuale con il proprio partner.

La ritenzione del seme, in questo senso, può essere vista come una pratica per migliore la qualità dell’esperienza sessuale, consentendo ai partner di condividere e utilizzare l’energia sessuale in modo più consapevole – e praticamente senza limiti.

Si possono cioè dimenticare i limiti dati dalle convinzioni occidentali sulle prestazioni maschili – a patto di smettere di far ruotare ogni rapporto sessuale solo attorno all’orgasmo, ma condividendo tutto un ventaglio di emozioni, di intimità, di gioco e di conoscenze reciproche che ruota attorno a quel momento.

Su questo argomento consiglio vivamente i libri di JOLAN CHANG, che ha lasciato un enorme contributo.

Purtroppo e inspiegabilmente non sono più editi: a volte si trovano su Ebay o in altri siti di libri di seconda mano.

Eventualmente posseggo il PDF de “Il Tao dell’amore”, da inviare a chi ne faccia richiesta via email (info@soniaserravalli.com). 

Poiché ho trovato molto utile anche questo articolo ad integrazione del mio, lo condivido qui di seguito per chi fosse interessato:

L’igiene sessuale

“Parlando di metodi Taoisti della scuola Daojia, non possiamo dimenticare un’altra pratica di assoluta importanza, connessa con il nutrimento vitale, il FangZhong (trad. “Al centro della camera”), la corretta pratica sessuale.

L’idea Taoista di pratica sessuale si basa sul concetto di nutrire la vita e quindi sul non disperdere la preziosa energia renale, durante i rapporti sessuali.
Questa pratica consiste principalmente nella ritenzione del seme maschile Jing durante un rapporto sessuale; lo scopo è quello di evitare l’eiaculazione esterna del maschio, sostituendola con una sorta di “eiaculazione interna” grazie alla quale l’uomo raggiunge ugualmente l’orgasmo ma evita l’emissione del seme.
Grazie a questa pratica, il seme maschile viene attivato e vitalizzato dall’atto sessuale e diffuso all’interno del corpo maschile, fino ad unirsi con il Qi, permettendo in questo modo la nascita del corpo immortale.

sesso e taoismo
Foto: Hans

Questa teoria sostiene che ogni eiaculazione riduce l’energia dell’uomo, all’incirca di un anno di vita, mentre invece ogni rapporto sessuale senza eiaculazione aumenta all’incirca dello stesso tempo, la durata della vita.

È evidente che tale dichiarazione quantitativa è puramente indicativa, ma lascia comunque scorgere l’importanza che riveste il seme maschile, nella qualità e nella quantità della vita di un uomo.

Un Taoista che intendeva iniziare la via per l’immortalità, doveva cimentarsi almeno in diecimila rapporti sessuali, senza mai emettere il seme, prima di poter sperare nella tanto desiderata rinascita del corpo immortale.
Ma queste tecniche per il raggiungimento dell’immortalità, non erano solo privilegio dei maschi, ma anche delle femmine, le quali utilizzavano “assorbire” la potenza maschile, attraverso abilissime tecniche emotivo-posturali, abbinate a ondeggiamenti del bacino e sincronizzazioni respiratorie eseguite con il proprio partner.

Come si può intuire, l’arte di ricercare l’immortalità era vissuta in modo individuale e non collettivo, in altre parole colui o colei che la intraprendeva, doveva cercare un compagno o una compagna che fosse all’oscuro di queste tecniche, al fine di poter usufruire dei suoi servizi senza ostacoli.
Questo concetto però, cozzava enormemente con gli ideali Taoisti, i quali invece vedevano nell’armonia umana e nell’amore universale, la Via da seguire.
Per questo, vennero presi ben presto provvedimenti che da una parte, affinarono le tecniche sessuali connesse con l’immortalità, e dall’altra le trasformarono in arte del nutrimento vitale, al fine di permettere ad entrambi i sessi di gustare a pieno questo importante strumento naturale.
I Taoisti infatti credevano che attraverso l’armonia sessuale, gli uomini potessero entrare in comunione con le forze della natura e identificarsi in essa.

Da questo momento in avanti, questa pratica diviene molto diffusa ed utilizzata dal popolo, tanto da essere addirittura mostrata in pubblico come dimostrazione di arte.
In questa nuova concezione, l’atto sessuale era visto come una vetta da scalare in due, dove entrambi i partner collaboravano per il piacere e la salute dell’altro.

Grazie a questo pensiero, il Taoismo rappresenta la filosofia che ha dato il maggior contributo alla libertà sessuale di tutta la Cina; non solo, esso ha anche contribuito a formulare ed insegnare un atteggiamento ed un frasario sessuale molto bello e delicato, per niente paragonabile ai termini utilizzati oggigiorno.
L’atteggiamento Taoista nei confronti del sesso infatti è molto disinibito e totalmente aperto, esso non vede nella pratica sessuale una cosa “sporca” o una cosa da nascondere e di cui vergognarsi, ma al contrario considera l’atto dell’amore una via per raggiungere il Tao.

Purtroppo, questa pratica è quasi del tutto caduta in disuso; anche in Cina sono rimaste pochissime le scuole che insegnano fedelmente questa disciplina, e quelle poche che lo fanno ancora mantengono un rigoroso anonimato per evitare di essere contaminate dal consumismo dell’era moderna.

Nell’antica Cina, anche il ruolo della donna fu per molto tempo considerato una cosa fondamentale e di altissimo privilegio, in quanto ella rappresentava il simbolismo microcosmico della terra generatrice.
La donna era tenuta così in alta considerazione, tanto da ricoprire spesso ruoli di grandissimo rilievo, come ad esempio le Maestre di corte o addirittura le Consigliere personali dell’imperatore; solamente in epoca molto più tarda, lontano dal periodo in cui il Taoismo era in auge, la donna perse i suoi diritti e il suo ruolo divenne subordinato.”


GRAZIE

 A chiunque abbia contribuito finora scegliendo i miei libri o con una libera donazione per permettermi di continuare a divulgare

(Donazioni e liberi contributi sono possibili anche qui)

oppure scegliendo uno dei miei libri qui sotto:

GLI ALTRI MIEI LIBRI QUI
(Femminile e Maschile; Fiamme gemelle, crescita personale, spiritualità, romanzi, downshifting, poesie…)

Per aiutarti: ARMONIZZAZIONE DELL’ANIMA

Il mio canale YouTube (Sonia Serravalli)

—–> SITO: www.soniaserravalli.com

Seguitemi anche su SFERO, il social privo di censure e profilazioni, ho già aperto anche “Il Maschile sacro”, “Il Bosco Femmina” e “Fiamme gemelle”

Se ciò che divulgo ti arricchisce puoi fare una DONAZIONE con PayPal a:
sonia.rangers@gmail.com
Intestataria: Sonia Serravalli o Il Bosco Femmina – Causale: Donazione
Visite: 899

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *