Kundalini

BLOCCO DEL PRIMO CHAKRA

SCIOGLIERE IL CHAKRA DELLA RADICE

Il primo chakra (o “muladhara”, detto anche “chakra della radice”, dal sanscrito letteralmente “supporto della radice”) è un chakra di energia maschile (i chakra sono maschile-femminile alternati).

Rappresenta e muove:

  • Individualità, esistenza
  • Istinti, sopravvivenza
  • Sensazione fisica
  • Connessione
  • Sessualità (la sua parte istintuale)
  • Azione e spirito d’azione
  • Solidità e sicurezza materiale / Abbondanza
  • Fiducia
  • Radicamento, casa
  • Equilibrio tra dare e ricevere
chakra della radice
Simbolo del primo chakra

Un blocco del primo chakra, per via di educazione ricevuta e cattive abitudini della nostra società, può essere a mio avviso ravvisabile più spesso nella popolazione femminile che negli uomini. Anche se, anche qui, tutto dipende da alimentazione, stile di vita, adesione alle proprie esigenze interiori e profonde, igiene psico-fisica e spirituale, eccetera.

Condivido qui per tutte importanti informazioni su cosa sia il blocco del primo chakra, cosa comporti e come guarirlo o risolverlo.

ELEMENTO TERRA

L’elemento naturale del chakra della radice è la terra. Esso possiede quattro nadi (canali energetici/”tubi”) che lo mettono in contatto con le energie sottili della Creazione.

Il primo chakra, o Muladhara, si trova alla base della spina dorsale, tra l’ano e i genitali.

Questo chakra è legato alla capacità di scavare a fondo, di strutturare e sentirti saldamente radicata nella tua vita.

Il suo colore associato è il rosso, con le sue varianti.

Questa ruota di energia è associata al senso di sicurezza materiale, alle relazioni familiari e alla tua sensazione di casa. Quando l’energia fluisce attraverso il primo chakra, ti senti saldamente radicata in te stesso e nell’ambiente che ti circonda. In pratica, al posto giusto.

Si noti che la parte del bacino in italiano è detta anche “VITA” e che la prima vertebra della colonna vertebrale si chiama anche “osso SACRO“. Certe tracce di verità non sono ancora riusciti a cancellarle.

Muladhara

BLOCCO DEL PRIMO CHAKRA E SINTOMI

Quando il tuo chakra della radice è bloccato, potresti sperimentare alcuni dei seguenti sintomi emotivi, psichici e comportamentali:

  • Maggiore distraibilità
  • Correre da un compito all’altro
  • Sentirsi esausti o letargici
  • Sentirsi soli e disconnessi dagli altri, non appartenenti
  • Senso di vuoto
  • Aumento di ansia, stress o depressione
  • Il sentirsi bloccati
  • Incapacità di agire / Inconcludenza
  • Difficoltà nella gestione del denaro
  • Problemi di salute cronici
  • Mancanza di sani confini con gli altri
  • Comunicazione scadente o inefficace con le persone amate
  • Paura generalizzata
  • Avidità
  • Stanchezza cronica
  • Materialismo
  • Crisi di identità
  • Poco interesse nelle relazioni intime con il partner
  • Calo di autostima

sbloccco del primo chakra

E sintomi fisici:

  • Costipazione
  • Disordini alimentari o calo di appetito
  • Calo energetico
  • Blocco dell’energia sessuale, della libido / frigidità
  • Dolore pelvico
  • Dolore alla schiena bassa
  • Problemi al colon
  • Problemi vaginali o alla vescica

(Leggi anche “La dea dormiente”)

COME SI BLOCCA UN CHAKRA?

I chakra comprendono gli strati emotivi, fisici e spirituali che sono correlati allo specifico scopo di quel centro energetico.

Ogni chakra contiene un aspetto diverso della nostra psiche e ha diversi elementi e organi fisici ad esso associati.

Il sistema dei chakra funziona in modo simile a un fiume segmentato in sette sezioni.

Se una sezione si intasa, influenzerà il flusso d’acqua all’interno delle altre sezioni del fiume.

Ogni chakra può essere bloccato da: emozioni represse, paure e trattenendo ciò che dobbiamo lasciare andare per la nostra evoluzione.

Quindi, stile di vita imposto e non consono, non adesione al richiamo della propria anima, non realizzazione di sé, procrastinazione, autosacrificio, eccessiva abnegazione.

Il primo chakra può essere bloccato da:

  • difficoltà economiche
  • limitazioni fisiche o restrizioni
  • impazienza
  • traumi infantili, in particolare con la madre
  • abusi fisici
  • paura del cambiamento
  • egoismo

Individui con un primo chakra disfunzionale posssono esssere costantemente depresssi, con bassa vitalità, inconcludenti o abusanti.

sbloccco primo chakra

SBLOCCARE IL PRIMO CHAKRA

Quando il tuo primo chakra è allineato (fluisce bene, è libero), sei in grado di attingere alla sua capacità di sostenerti con un’energia calma e costante in tutto il tuo corpo. Il primo chakra libero dà vitalità, forza e voglia di vivere.

Ti senti radicata e comoda nel tuo corpo e nel mondo che ti circonda. Lo stress sul tuo senso di appartenenza si dissipa.

Quando puoi essere certo che i tuoi bisogni di base sono soddisfatti, sarai in grado di concentrarti sulle tue relazioni e sui tuoi obiettivi personali.

(Un libro raro e molto valido)

COME POSSIAMO SBLOCCARE IL PRIMO CHAKRA?

Ritengo queste informazioni di importanza fondamentale peer tantissime persone, in particolare donne. Molte delle quali non sono neanche consapevoli di presentare sintomi collegati al primo chakra, e del tutto guaribili e temporanei se li si identifica con il disallineamento di questo punto energetico, e non come una “malattia”, magari presto associata anche al termina “cronica”.

Prima di addossarci certe croci o di dare la colpa all’età, sarebbe bene davvero lavorare sui chakra e notare i risultati ottenuti.

Ma come possiamo sbloccare l’energia (Kundalini) se questa viene bloccata nel primo chakra e non fluisce più liberamente?

Ecco tutte le soluzioni che ho identificato ad oggi (considera che su questo tema e sugli altri chakra sono stati scritti interi libri e che questo è solo un articolo…):

  • Praticare uno sport che ti piaccia
  • Camminare e stare più possibile nella natura
  • Praticare il giardinaggio e il contatto con la terra
  • Con esercizi di yoga mirati al chakra Muladhara, o della radice
  • Con esercizi di radicamento (grounding), come camminare a piedi nudi ogni volta possibile, possibilmente sulla terra/erba
  • Con meditazioni e visualizzazioni apposite, magari unite al relativo mudra del primo chakra
  • Ripulire casa e mettere in ordine le varie aree
  • Fare pace con la propria famiglia
  • Andare a conoscere i vicini o farci pace
  • Utilizzare l’aromaterapia (in particolare aromi di cedro, patchouli, mirra)
  • Utilizzare un diaspro su cui sederci (o tormalina nera, o occchio di tigre, o agata di fuoco), quando stiamo sedute per ore sulla stessa sedia o poltrona (cristalloterapia). Sono pietre che rimettono in circolo l’energia della Kundalini
  • Non chiudersi al sesso ma praticandolo se possibile (e intendo sempre sesso tantrico)
  • Cercare di pagare bollette e conti in sospeso in tempo
  • Ripetere ogni giorno le affermazioni relative al primo chakra (Io sono / Sono al sicuro in questo corpo/ Merito il successo/ Merito amore e abbondanza / Sono finanziariamente stabile/ Ho tutto ciò che mi serve / Io posso fidarmi/ Sono capace e forte / Sono sostenuta e amata / La terra mi sostiene / Sono radicata)
  • Cercare l’aiuto di un’operatrice o operatore del settore se necessario (pranoterapeuta, sensitivi seri, operatori Reiki o altro)

Ora, ti invito ad aggiungere un consiglio sul tema o la tua esperienza nello spazio dedicato ai commenti qui sotto, grazie e buone pratiche a tutti, che il nostro fiume possa sempre fluire libero!


GRAZIE

 A chiunque abbia contribuito finora scegliendo i miei libri o con una libera donazione per permettermi di continuare a divulgare!

Alcuni miei libri qui sotto:

  

 

GLI ALTRI MIEI LIBRI QUI
(Femminile e Maschile; Fiamme gemelle, crescita personale, spiritualità, romanzi, downshifting, poesie…)

Per aiutarti: ARMONIZZAZIONE DELL’ANIMA

Il mio canale YouTube (Sonia Serravalli)

—–> SITO: www.soniaserravalli.com

Seguitemi anche su SFERO, il social privo di censure e profilazioni, ho già aperto anche “Il Maschile sacro”, “Il Bosco Femmina” e “Fiamme gemelle”

Visite: 1369

Articoli simili

2 Commenti

  1. Bellissimo articolo sul primo chakra ipolavorante.
    Sarebbe utile capire anche i sintomi di un chakra iperlavorante perché il disequilibrio può essere in un senso ma anche nell’altro.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *