manifestazione dell' abbondanza

MANIFESTARE DENARO E ABBONDANZA

COME ATTRARRE IL DENARO?

 Oggi lavoriamo sull’abbondanza e sui limiti della mente che, in certi casi, le impediscono di affluire verso la persona che la desidera.

In questo articolo, vado a tradurre, completare e a parafrasare un video di Teal Swan chiamato “How to manifest money”.

———-

Ciò che impedisce al denaro di fluire verso di noi sono le nostre convinzioni mentali che lo riguardano.

Il denaro in sé non è né positivo, né negativo: è uno strumento. Esattamente come un martello. È uno strumento che, nella società attuale e nell’epoca attuale, ti permette la libertà.

Partiamo da una premessa fondamentale, che vale per tutti i settori: non puoi essere in uno stato bisognoso (o stato psicologico di bisogno, di mancanza) e attrarre denaro nella tua esperienza da questo tipo di sentimento.

Per partire con questo lavoro (interiore che poi diventa anche esteriore), dobbiamo prima di tutto trovare un modo per sentirci già come se navigassimo in un’abbondanza di denari. E gli stratagemmi sono tanti.

Ma ricordiamo la regola aurea: prima la sensazione, poi la realizzazione della realtà – regola che ho ripetuto in numeri articoli precedenti.

creare abbondanza
Foto di Efes

Per quanto riguarda la natura dell’Universo, per esso richiede assolutamente lo stesso sforzo manifestare milioni o manifestare un centesimo. L’energia richiesta al sistema è la stessa.

È la nostra idea+sensazione di “troppo”, di “impossibile” o di “troppo grande”, di “non alla mia portata” o di non essere meritevoli per questo che fa sì che si realizzi più spesso il centesimo rispetto ai milioni (per fare un esempio). È il nostro concetto di “grande” che blocca la produzione di ciò che è grande, perché la nostra idea+sensazione di “reale” restano focalizzate verso ciò che è “piccolo abbastanza”.

Aggiungiamoci che nel mondo spirituale il denaro è stato visto spesso come materialistico, e in quanto tale non spirituale. Un’idea completamente deviata e sballata, in quanto non esiste nulla del mondo materiale che non sia una manifestazione simbolica o energetica dei movimenti dello Spirito. Un’idea che ci è costata parecchia scarsità e dolori, nella storia umana, fino ad influenzarci inconsciamente o meno fino ad oggi.

Il denaro è una manifestazione dell’energia della Fonte e nessuno ti chiede di privartene per vivere la vita spirituale che desideri. Non vi deve essere conflitto tra le due idee. Questo Universo è infinito e l’abbondanza nella sua manifestazione non è un problema, se non lo rendiamo un problema noi con le nostre convinzioni limitanti. Non vi è limite all’abbondanza che ogni singolo essere su questo pianeta può ricevere.

Se sciogliessimo i nostri freni mentali (spesso presenti dall’infanzia), l’Universo troverebbe un modo – come un fiume si apre il letto verso il mare. Minori ostacoli incontrerà, più largo e abbondante sarà il suo letto. Al fiume è indifferente come arriverà al mare. Sta a noi che siamo in mezzo decidere per l’abbondanza o la scarsità.

Quando ricevi abbondanza, non la stai sottraendo a nessuno. Allo stesso modo, non potrai impoverirti mai abbastanza da rendere ricco qualcun altro.

Per attrarre denaro, devi sostituire le tue credenze limitanti o negative nei confronti del denaro stesso con idee più realistiche e calzanti alla natura dell’energia della Fonte (o Dio, Universo, Sistema, ecc.).

Per fare questo, bisogna prima individuare quali possano essere le nostre idee distorte sui soldi: sporcizia, non merito, incredulità, immoralità, mancanza di autostima e tanto altro. E sostituirle con idee, approcci, modi di sentire il denaro e l’abbondanza che siano nuovi per noi, non dati per scontato, semplicemente diversi.

In un Universo infinito, la competizione per le risorse non esiste. È semplicemente un’illusione, data dal fatto che a quello ci si è limitati e quello si è prodotto. Ma una società diversa è del tutto possibile. In questo articolo mi limiterò comunque a parlare del lavoro del singolo.

Hai mai fatto caso che chi si ritiene povero tende a restare nella povertà (o a peggiorare) e chi ritiene che i soldi non siano un grosso problema continua a trovare posti di lavoro con stipendi sopra la media, solo per fare un esempio? Eh no, non si tratta né di competizione né di qualifiche.

Alla base, se ci fai caso, si tratta del fatto che il primo dà per scontato che a lui “di più” non arriverà, che quel livello appartiene ad altri ed è molto lontano dalla sua realtà; e il secondo dà per scontato che sotto una certa soglia è un campo da non considerare neanche: non esiste nella sua percezione, non ha pensieri limitanti riguardo il denaro, quindi non lo ostacola dal fluire a lui/lei con facilità.

Personalmente, l’ho notato nella mia esperienza relativamente a diversi casi, al di là di genere, nazionalità ed età. Ciascuno di noi crea la manifestazione verso cui indirizza il proprio pensiero unito alle proprie emozioni.

Chi non sente come un problema il soggetto-denaro non ha attaccamenti nei suoi confronti e non si scuote di fronte al suo libero fluire, in entrata e in uscita. Il non-attaccamento è (sempre) la chiave.

Nessuno ti sta tenendo lontano dall’abbondanza. Nessuno te la sta portando via, nessuno te la nega. Nessun altro è responsabile per la tua abbondanza. Sei tu l’unica (spesso inconsapevole) responsabile del flusso e della sua mole. Non potrai mai arricchirti mentre ti senti povero/a.

L’idea che il denaro sia in qualche modo malvagio si è diffusa solo per rendere più sopportabile la povertà (se io non posso avere qualcosa, meglio demonizzarlo e pensare che così resto integro e che non mi sto perdendo niente).

attrarre denaro
Foto di Gerd Altmann

I 12 PASSI

Qui 12 passi per aiutarti a manifestare il denaro (per lasciare che la Fonte possa farlo fluire a te)

  1. Passa più tempo a concentrare il tuo sentire e i tuoi pensieri sul sentirti nell’abbondanza e nella ricchezza di quello che passi focalizzandoti sulla mancanza. Puoi divertiti a trovare tutti i modi che puoi per sentirti ricca. Devi entrare nel ruolo come stessi recitando a teatro e fare entrare in te questa percezione. Ogni volta che puoi.
    Sentirsi nella gratitudine per qualunque cosa bella ti capiti accelera di parecchio il processo (la gratitudine è la stessa frequenza dell’abbondanza infinita).
    Concentrati su qualunque cosa, e dico qualunque cosa, possa farti sentire nell’abbondanza (divertimento, gioia, bellezza, affetto, sentimenti, piccoli dettagli, ecc.). Questo shift vibrazionale sarà la chiave per operare il cambiamento che desideri (la manifestazione di risorse, quindi anche di denaro, nella tua vita).
  2. Visualizzazione. Visualizza cosa vorresti fare con quel denaro e immergiti in queste visioni con tutto il tuo sentire. Con quanti più dettagli possibili.
    Visualizza qualcosa che sia credibile per te, perché sentirsi nella visualizzazione come se quella cosa fosse al di fuori della tua portata ricrea pensieri di insufficienza.

    Chiediti perché vuoi quella cosa: questo fa sì che tu ti allinei con la vera missione della tua anima, e quindi con la Fonte di tutto. Questo accelera il flusso di denaro più che qualunque altro esercizio, e, stranamente, non lo fa quasi nessuno…
  3. Sradica e rimpiazza le tue credenze limitanti nei confronti del denaro.
    La tua relazione verso il denaro dovrà cambiare, se vuoi che qualcosa cambi. L’amore del denaro non è avidità. Amare il denaro non ti rende superficiale o immorale. Amare il denaro, in sé, non è qualcosa di sbagliato e non va a sostituire in alcun modo altri tuoi valori. Perché il denaro è solo uno strumento ed esso può essere molto valido per la tua libertà in questa società, per realizzare i tuoi obiettivi e anche per creare valore per gli altri.

    Non puoi attrarre denaro se nutri sentimenti negativi verso di esso: si tratta di una contraddizione vibratoria.
  4. Ogni volta che spendi soldi, allineati completamente con quella decisione, abbraccia quel gesto. Non farti sentire la paura che esso non basti, che qualcosa ti è stato tolto, non emettere rifiuto o resistenze: trova il modo di spendere quel denaro volentieri, sentendo quanto metti in circolo e quanto questo te ne renderà, di ritorno.
    È completamente un altro modo di vivere. Da soggetto passivo e forzato, a soggetto attivo, consapevole e libero.

    Non puoi attrarre abbondanza sentendo che qualcosa sta sottraendo da te abbondanza. Va cambiato il sentimento all’origine, o continuiamo a limitare l’abbondanza.
  5. Evita i debiti – di qualunque forma. Se ne hai, trova il modo di eliminarli. Il debito è energia ferma che ti trascina indietro, è una zavorra che limita il tuo incedere in questo tipo di lavori e ti rende dipendente: ti fa sentire come se non possedessi abbondanza, quindi in questo percorso rema contro di te. Ripeto, dal sentire parte tutto.
  6. Allineati con serenità con la tua situazione attuale e agisci col denaro in uscita (o con la ricerca di un lavoro o di altro) solo quando ispirato/a, non con la mente, con il sentire.
    L’ispirazione è il contrario dello sforzo: ci fa sentire bene in quello che stiamo facendo. Dovremmo muoverci tramite l’ispirazione pura e mai a tavolino, non con lo sforzo mentale o non funziona.
  7. Resetta la tua vita dal concetto di GUADAGNARE al concetto di MERITARE.
    La maggior parte delle persone nel mondo di oggi non crede di meritare qualcosa senza esserselo guadagnato, con la fatica, con gli sforzi. Anche questo è un condizionamento, un’idea limitante e non corrisponde alla natura di questo Universo.
    Ciò non potrebbe essere più in linea con l’odio per se stessi.
    Ci siamo abituati a pensare che avere diritto a qualcosa sia in qualche modo negativo, come un privare altri di gioia o abbondanza! Ma nel momento in cui ti incarni in questo pianeta, tu hai il pieno diritto di ricevere tutto ciò che sogni. Potremmo dire che sei qui apposta: la tua anima è qui per manifestarsi. E, oltretutto, solo questo può contagiare anche gli altri di bene, di gioia e di abbondanza.
    Se sposti la tua attenzione dal campo magnetico del “guadagnare con il sudore” al campo magnetico dell’“avere diritto di nascita a”, puoi spostare il modo in cui attrai/realizzi le cose da fatica, sforzo e dolore a permissione, ricezione, diritto.
    Gli animali, per esempio, possono insegnare molto. E anche i bambini, freschi di questo pianeta.
  8. ilascia le resistenze.
    Rilascia dunque, in tutti i modi possibili, le tue resistenze sul flusso del denaro – o esse continueranno ad ostruire il canale in entrata.
    L’amore per se stessi è una chiave importante.
    Esempi utili: trovare il modo di passare dalla resistenza alle spese, allo spendere volentieri, sentendo quanto tornerà indietro. Per fare questo, potrai aiutarti risparmiando un po’ o creando un budget come tuo paracadute mentale, così saprai che le cose sono sotto controllo, ma che all’interno di quel budget potrai esercitarti a sentirti ricco e in grado di muoverti come vorrai.
    Un altro modo per farlo è tagliare le spese non necessarie (non negarsi qualcosa, ma solo il superfluo), affinché tu possa godere di ciò che resta sperimentando l’abbondanza – le spese “sentite” che per abitudine non ti eri mai concesso.

    attrarre denaro
    Foto di Engin Akyurt
  9. È importante gioire dei segni di abbondanza che, all’inizio, arriveranno lentamente (ad esempio centesimi a terra per la strada). Si è all’inizio dell’apertura del canale in entrata, che si allargherà.
    Si sconsiglia di tenere nota di “quanto” sta arrivando e quanto non ancora raggiunto: finché non avremo fede nel fatto che continuando un passo dietro l’altro l’universo ci porterà alla nostra piena manifestazione, tale abbondanza non si verificherà, perché ci fermiamo a panicare mentre il nostro unico compito è quello di procedere passo a passo con questo tipo di pratiche.
    Focalizzati su tutti i modi in cui l’abbondanza si sta manifestando e non sui modi in cui non si sta ancora manifestando.
  10. Puoi sperimentare questa potente visualizzazione: chiudi gli occhi, ascolta il tuo respiro e immaginati diventare un magnete per il denaro. Ad ogni inspirazione una nuova dose di denaro viene attratta dal tuo corpo e si posa sulla tua pelle. Una volta soddisfatta, inizia a immaginare cosa faresti con quel denaro. Cosa acquisteresti, come lo investiresti, a chi lo daresti, che spese copriresti, in che modo lo risparmieresti, eccetera. Sii più realistica possibile, entra nei dettagli.
  11. Un altro esercizio potente è questo: prendi mentalmente la somma che ti hanno pagato. Possono essere mille euro, o cento, o dieci, non importa. Per una giornata intera, qualunque cosa tu faccia, immagina come potresti spendere quella somma, come se lo stessi per fare. Poi immagina che, dopo aver lasciato andare quel denaro in cambio di ciò che volevi, quella somma si trovi di nuovo nelle tue tasche, per il tuo prossimo desiderio, e continua a immaginare ora come lo spenderesti. Continua così sperimentando le varie possibilità e occasioni, per quella esatta cifra, immaginando quel denaro che si rigenera ad ogni desiderio realizzato.
    Questo serve a modificare le tue vibrazioni/pensiero dall’idea di qualcosa che viene speso e se ne va alla vibrazione/pensiero di una risorsa infinitamente rinnovabile.
    Questo esercizio è un’ottima palestra per abituarci alla realtà di una risorsa che, per sua natura e nostro diritto, torna e aumenta indefinitamente.
    Questa cifra può mentalmente ingrandirsi nelle visualizzazioni successive, per gradi.
  12. Modifica le tue percezioni del concetto di “sicurezza”.
    Il denaro è come il respiro: entra ed esce e questo è ciò che dovrebbe fare. Ma se risparmi sentendo come se quei risparmi potessero preservarti da immaginari disastri futuri, stai attraendo ciò che rifiuti, poni la tua attenzione su ciò a cui stai resistendo.

    Modificare le tue percezioni riguardo il tema “sicurezza” significa slegare questo concetto dal risparmio/blocco di una certa somma di denaro. Immaginare soluzioni alternative. Sentire come le due cose non sono realmente collegate (quanti milionari si salvano la vita solo per essere personaggi pubblici e avete da parte tot risparmi? Il denaro non può questo – la sua natura è un’altra, ed è mobile, come la vita).
    L’ideale sarebbe raggiungere il punto in cui senti che qualunque cosa capiterà 1. Farai ciò che vorrai e sentirai di più; 2. Creerai la realtà a te più adeguata, perché hai il potere di farlo.
    Se non hai ancora raggiunto questo grado di fede in te stesso e nella natura del cosmo, va bene appoggiarsi alla “sicurezza” ai fini di arrivare, alla fine, a questo. A questo punto però, anziché focalizzarsi su qualcosa di brutto che capiterà per cui ti serviranno i soldi, concentrati piuttosto, ogni volta che puoi, su quanto ci si senta bene all’idea di essere completamente al sicuro. Fallo in tutti i modi che puoi, immaginando di avere una grande somma in banca o in altri modi. Muovi qualunque azione ti venga in mente basata su questo tipo di sensazione così confortevole.
    Questa visualizzazione/sensazione ti beneficia parecchio, mente e corpo, fa maturare di molto la tua consapevolezza ed eleva le tue vibrazioni in allineamento con quelle dell’abbondanza.
    Concentrarsi invece sulla mancanza non potrà che attrarre nella tua vita esperienze che ti portano via risorse (e quindi denari).
    Non vi è nulla di buono o di cattivo o di magico in questo, è una legge fisica: il mondo risponde a ciò che proietti tu, con vibrazioni di pensiero e sensazioni.

(Vedi anche l’articolo LA DEA LAKSHMI E L’ABBONDANZA)

Se ti concentri sulla sensazione di essere completamente al sicuro, l’universo fornirà gli strumenti, i modi e gli eventi affinché questo ti venga incontro. Ma il motore sei tu: la sensazione nel sistema la devi produrre (creare) ed inserire tu. E tu desideri sicurezza, non il suo contrario.

Dobbiamo tutti smettere di AFFRONTARE la realtà e iniziare a CREARE la realtà. Funziona, e funziona perché questa è la nostra natura e la natura del sistema-cosmo in cui viviamo. La realtà che stiamo affrontando è solo la manifestazione di credenze precedenti.

Non importa nulla quale sia stata la tua storia e situazione e quale sia ora: cambierà sempre nel momento in cui inizi ad effettuare scelte diverse in termini di pensiero.


Se vuoi sostenere la mia opera di divulgazione gratuita con un paio di caffè al mese, vai a vedere QUI il mio profilo su Tipeee. Grazie a te potrò continuare.

⇒ ⇒ ⇒ I MIEI LIBRI: (Femminile e Maschile; Fiamme gemelle, viaggi per il mondo, spiritualità, poesie, romanzi, downshifting…)

Per aiutarti: ARMONIZZAZIONE DELL’ANIMA

Il mio canale YouTube

(video su crescita personale, psicologia dell’inconscio, Femminile, Maschile)

—–> SITO: www.soniaserravalli.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *