ama tutto

VIVI COME FOSSI SEMPRE INNAMORATO

INNAMORATI DI TUTTO

Fin da bimba, e ancora di più poi da ragazzina, ebbi il dono e la “fortuna” di intuire quanto fosse fondamentale sentirsi sempre innamorati.

Per questo, nella vita sono stata a volte presa in giro, giudicata come una “perenne entusiasta”, nel bene e nel male, o “idealista”, oppure lodata o cercata per l’energia con cui le persone vicino a me in automatico si ricaricano e si ricaricavano.

Ho avuto il dono di sentirmi innamorata di tutto fin da piccola, a volte con qualche periodo buio di stanca o di caduta, ovviamente, in base alle esperienze incontrate, ma in generale la mia tendenza è sempre stata quella.

innamorati di tutto
Foto Photo-Poetry – Sonia Serravalli

Avevo circa dieci anni quando, una sera, in mezzo alla neve di un parchetto locale, espressi il desiderio di “rendere la mia vita un’opera d’arte”, sottoforma di una specie di “romanzo”. E, da allora, così è sempre stato.

Mio padre, pur non amando leggere libri, da ragazzina mi disse (non so da dove avesse tratto questa conoscenza), “bisognerebbe vivere come Catullo e il mio esempio è lui: sempre innamorato”.

Me ne sono sempre ricordata. Forse perché era già una mia tendenza e mi sentii compresa e non sola.

Vivi amando tutto

A volte, il sentirsi innamorati di un panorama, delle stelle, del sole, di un lago, di un passerotto, di una tazza, di una voce, di un raggio di luce, di un piatto preparato in casa, del pane, di una canzone… fa sentire che stiamo traboccando, fa battere il cuore producendo energie preziose (leggi qui sulla forza del cuore) per la nostra salute e per l’ambiente che ci circonda (esseri viventi inclusi). E, per contro, può anche farci provare la frustrazione dell’impossibilità di rendere partecipi persone in sofferenza di tale meraviglia che, intanto, per te, è tangibile ed evidente.

Questo è, fondamentalmente, anche, il motivo per cui da oltre quarant’anni scrivo. Il motivo per cui faccio migliaia di foto. E forse anche questa mia tendenza che mi ha portata ad innamorarmi almeno una volta all’anno (di un uomo – perché di tutto il resto avviene di continuo).

A questo riguardo, e con una lettura profondamente esoterica della cosa, condivido oggi con voi qui sotto la bella sintesi dell’ultimo video di Selene Calloni Williams, ad opera di Chiara Maio (“Ascoltando Selene“). Buone scoperte e buona apertura di cuore.

amare il tutto
Foto di Syaibatul Hamdi

Innamorati di tutto, del tuo tè, delle tue orchidee, del tuo cane.

Innamoriamoci tra di noi.

Il Rituale dell’innamoramento è uno dei dieci rituali del goten che trovate nel libro “Wabi-Sabi”:

 

Rituale del bastone magico,

della dolce tristezza, l’uccello di fuoco.

Ti rendi conto che tutto ciò da cui

vuoi guarire è il tuo più grande potere.

 

Rituale del lasciare andare Tomo-e-dō.

Lascia cadere.

 

Rituale dell’umiltà e degli alberi.

Pratica l’arte di essere l’ultimo a parlare.

Rimani più forte, più incisivo.

 

Rituale dell’umiltà con gli antenati.

 

Rituale dell’innamoramento. Innamorati anche delle cose apparentemente insignificanti per la tua mente. Lì sta il segreto e la chiave.

(Il video di Selene a questo riguardo si trova qui e su YouTube)

 

Rituale della forma ka-ji.

Rituale del fondere il proprio ki (o qi, o kundalini, o prana) con il ki dell’universo.

 

Rituale del potenziamento reciproco Donna-natura o

Uomo-natura.

 

Rituale del disco di luna. Immagina la falce di luna sopra di te e falla entrare nel tuo petto. Falla poi espandere all’infinito.

Rituale del banchetto mistico: offri cibo, acqua, profumi e poesia alla natura e al bosco. E agli Spiriti degli elementi e degli esseri che lo popolano.

Prima di fare qualsiasi cosa ricordati che sei innamorat*, prima di bere un tè, prima di innaffiare le piante.

Alla mattina, prima di fare il primo respiro consapevole, ricordati che sei innamorat* della vita.

 

Come poter contribuire alla consapevolezza degli altri sul fatto che tutto è amore?

Devi essere tu nello stato in cui vuoi che si trovi l’altro.

In verità tutto è sogno, immagine, proiezione.

Il modo migliore è permettere all’altro di specchiarsi in te, aumentando la tua consapevolezza.

 

La cosa più sbagliata è cercare di cambiare l’altro: ti voti alla sofferenza.

Se sei in una relazione con un narcisista, bugiardo, traditore, forse stai mettendo in atto un comportamento auto-espiatorio perché non hai pacificato delle immagini del tuo passato.

L’unica cosa che devi cambiare è il giudizio mentale, devi andare al di là del bene e del male.

Il cambiamento vero comporta sempre di andare al di là del bene e del male.

Forse ti porti un senso di colpa, che magari non è nemmeno tuo, ma atavico.

 

Come fai a pacificare immagini del passato in forza delle quali tu metti in atto un comportamento espiatorio?

(Leggi anche: “Come usare la visualizzazione guidata”)

Portale di là del bene e del male.

Ricordiamo Marea nello “Zen e l’arte della ribellione”, e in “Yoga sciamanico” il rituale del pentacolo.

La formula del pentacolo è:

“Ti benefico

Ti ringrazio

Ti perdono

Ti amo

Ho fede in te”.

Pacificare le immagini significa portare le immagini al di là del bene e del male, perdonandole, ringraziandole, benedicendole, in quanto creazioni dell’anima.

vivere da innamorati

Come accendere il tapas nelle pratiche?

Nello Yoga del tummo, noi accendiamo il fuoco psichico (fuoco del dumo) e lo manteniamo acceso.

 

Come ci comportiamo in caso di desideri non realizzati?

Mai arrendersi di fronte ad un obbiettivo, mai.

Devi evocare la tua bambina interiore, magari portarla in natura, chiederle perdono ed evocare lo spirito del desiderio e dialogare con lui.

I vostri desideri che vi sembra di non aver realizzato, sono aspetti del vostro Daimon.

Dovete deletteralizzare, smaterializzare e depersonalizzare la realtà, questo significa fare anima.

 

Voi non siete soli. Perché dovete vivere come se lo foste?

C’è il vostro spirito con voi, il vostro Daimon, che è l’uno nella molteplicità e la molteplicità nell’uno.

La prima cosa che una civiltà fa è separare gli individui dell’invisibilità.

“La civiltà è un atto contro natura” come diceva Ungaretti.

La civiltà si sostituisce al Daimon e attraverso la tua mente ti dà degli obiettivi che hanno lo scopo di rinforzare il sistema.

 

Il fuoco del dumo, cos’è il fuoco psichico?

Naropa lo chiamava “fuoco della concupiscenza”, desiderare nella profondità anche ciò che non è lecito”.

 

Come si fa a raggiungere un obiettivo nel lavoro?

Naropa diceva che “la suprema condotta è assenza di sforzo”.

“La meta della via degli esseri risvegliati è conseguita senza un cammino da percorrere”.

Posto che sia un obbiettivo che ti dà piacere, altrimenti eliminalo, evoca gli Spiriti e chiedi il loro aiuto, in profonda meditazione.

“Chiedete e vi sarà dato”, qualcuno diceva…

 

La civiltà vuole farti credere che se chiedi non ci sia nessuno dall’altra parte.

Ricordiamo il Mito di Arianna (Catullo) colei che è tradita da Teseo che poi l’abbandona sull’isola di Nasso da sola condannandola praticamente a morte certa.

Questo il discorso di Arianna dopo essere stata abbandonata:

 

“Non c’è via di fuga, non c’è speranza, tutto tace, tutto è vuoto, tutto minaccia, rovina.

Ma i miei occhi non li chiuda la morte, né i sensi lascino il corpo sfinito,

prima che io, tradita, chieda agli dèi la pena dovuta

e invochi nell’ora della fine l’aiuto divino.

Perciò voi che punite con la vendetta le azioni dell’uomo,

o Eumenidi, la cui fronte rivela lo sdegno che spira dal cuore,

qui, qui venite di corsa ad ascoltare le pene

che io, ah! infelice, non più trattengo

nell’intimo, abbandonata, rabbiosa, cieca per folle furore.

E poiché queste pene nascono schiette dal fondo del cuore,

fate che il mio soffrire non vada perduto,

ma con quale mente Teseo sola mi lasciò,

con tale mente, o dee, sia sciagura per sé e per i suoi”.

(Catullo, Carme 64, vv. 189-201)

 

Dopo aver detto questa frase arriva Dioniso e la fa sua sposa, le regala la corona boreale. Lei conquisterà un’immortalità celeste.

Recuperate la capacità di parlare con l’invisibile.

Focalizzatevi sulla realtà, la realtà è che non siete soli.

Sedetevi sulle rive del fiume ad aspettare che passi il cadavere del vostro nemico.

Michael Williams diceva che fare il rituale per parlare con l’invisibile è semplice, anche se non è facile, ma la cosa più difficile per un essere umano è dopo averlo fatto permanere nella fede.

La fede in ciò che hai invocato agirà per te (N.d.R. questo assunto è alla base di quasi tutti gli articoli scritti in questo bosco/blog).

Permango nella fede, nell’entusiasmo e nella gratitudine (frase di chiusura di qualsiasi rituale iniziatico al mantra Madre).

Se ancora non l’avete fatto rivolgetevi ad un custode attivo e fatevi dare l’iniziazione al Mantra Madre.

Quando un figlio disattende le nostre aspettative?

Devi dargli amore incondizionato.

La legge dell’amore fa sì che all’amore incondizionato venga dato amore incondizionato in risposta.

| Compito |

Da qui a lunedì prossimo ricordatevi di innamorarvi di ogni cosa.

Se lo facciamo tutti insieme è ancora più potente.

Noi siamo insieme da sempre anche se non sempre nelle stesse forme.

Qualcosa in te cambierà per sempre in forza del “potere automatico”, come diceva Sri-Aurobindo.

L’amore, quello vero, non pretende di essere ricambiato, vuole solo esprimersi.

Vivi come se fossi sempre innamorato.

– Di Chiara Maio, sintesi per

Selene Calloni Williams


Grazie a chiunque abbia contribuito finora scegliendo i miei libri o con una libera donazione per permettermi di continuare a divulgare

(donazioni e contributi sono possibili qui: https://it.tipeee.com/soniaserravalli )

o tramite IBAN da richiedere o Paypal – su: sonia.rangers@gmail.com – o scegliendo uno dei miei libri qui sotto:

GLI ALTRI MIEI LIBRI QUI
(Femminile e Maschile; Fiamme gemelle, crescita personale, spiritualità, romanzi, downshifting, poesie…)

Per aiutarti: ARMONIZZAZIONE DELL’ANIMA

Il mio canale YouTube (Sonia Serravalli)

(Con video su crescita personale, psicologia dell’inconscio, Femminile, Maschile)

—–> SITO: www.soniaserravalli.com

Visite: 723

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *